Los Angeles - È la console che nel 2012 prenderà il posto della Wii: si chiama Wii U ed è stata la protagonista della pre-conference Nintendo tenutasi martedì 7 giugno all’Electronic Entertainment Expo (E3) di Los Angeles. La caratteristica che più ha colpito la platea del Nokia Theatre è stato il suo controller con touch screen da 6,2 pollici integrato (con una forma simile a quella di un iPad in miniatura) che include due stick analogici, oltre a grilletti dorsali e ai classici pulsanti che già si trovano sull'attuale Wiimote (video e giochi in arrivo). La console sarà retrocompatibile con tutti i titoli Wii ma la grande novità è che grazie allo schermo sul controller potrà essere utilizzata anche a Tv spenta, oppure mentre altri componenti della famiglia guardano altri programmi. Wii U sarà connessa ad Internet e sarà possibile interagire con il software nelle maniere più disparate offrendo agli sviluppatori una vera e propria miniera di nuove idee. Tecnicamente la grafica è simile a quella delle concorrenti Sony e Microsoft, ma ovviamente l'obbiettivo di Nintendo è quello di rivoluzionare l'interazione con la console e di coinvolgere un bacino di utenza ancora più ampio. "Alcuni hardware sembrano dedicati solamente agli appassionati", ha dichiarato il presidente di Nintendo Satoru Iwata, "altri sembrano accontentare invece un pubblico più mass market. Il nostro obiettivo è quello di realizzare una macchina che possa accontentare davvero tutti e questo è quello che vogliamo fare con il nostro nuovo hardware: mostrarvi l'intrattenimento da una prospettiva differente“. La console potrà interagire anche con accessori già disponibili come la WiiBalance, oppure i Wiimote. Il controller di Wii U integrerà un microfono, una cassa audio e una videocamera, oltre ad un accelerometro. Il sistema supporterà la comunicazione in videochat ed il web browsing. La connessione tra console e controller avverrà tramite tecnologia Wi-Fi priva di latenza.

Photogallery, anteprima Wii U