© GettyImages

Le indiscrezioni si rincorrono ormai da diverse settimane. Si parla di uno smartphone più ‘veloce’ da un design più arrotondato e ricurvo, stile iPod Touch di quarta generazione; e con l’aggiunta del sistema di riconoscimento vocale, sdoganato già da tempo sui dispositivi Android (e da pochi giorni anche su Windows Phone con Mango). Sono solo alcune delle novità che, almeno sembra, verranno introdotte sull’iPhone di quinta generazione; lo smartphone di Apple che, ancora una volta, dovrà rispondere a una concorrenza sempre più agguerrita. A differenza dei modelli precedenti il gruppo di Cupertino non si è lasciata sfuggire praticamente nulla sulle caratteristiche dell’iPhone 5, forse per creare un interesse ancor più maggiore su un palco che – a meno di clamorosi colpi di scena – non vedrà Steve Jobs fra i protagonisti. Oltre che sulle novità di casa Apple, gli occhi saranno rivolti anche su Timothy Cook, colui che ormai da tempo guida Cupertino al posto del fondatore Steve Jobs. Riuscirà l’ottimo dirigente Tim a infiammare l’animo dei consumatori come ha saputo fare Jobs con la sua inconfondibile presenza scenica? E’ noto, infatti che il padre fondatore di Apple è sempre riuscito a far diventare un evento qualunque keynote e spinto fino all'impossibile i nuovi gadget sul mercato.
Le novità oltre l’iPhone 5 . Accanto all’ultimo modello di iPhone – di cui si prevede un ritardo nella produzione da parte dei terzisti asiatici – Apple presenterà un iPhone 4 S low-cost, ma dovrebbe lanciare ufficialmente anche iCloud e la versione 5 di iOS, il sistema operativo degli iPhone e iPad di Apple.

Apple on air: le novità di iOs 5, e iCloud

In attesa dell’iPhone 5… un concept che fa sognare