Un'immagine da Uncharted 4: Fine di un Ladro , tra i titoli in lizza per il premio Videogioco dell'anno

Appuntamento a Roma il prossimo 16 marzo, in occasione del Let’s Play - Festival del Videogioco, per la quinta edizione del premio Drago d’Oro, una sorta di oscar italiano dedicato ai videogame, di cui si promuove il valore culturale e artistico. Organizzato dall’associazione di categoria, l’Aesvi, nel 2017 il Drago d’Oro vedrà dieci titoli a contendersi il premio di Videogioco dell’anno: Dark Souls III , Dishonored 2, DOOM, Final Fantasy XV, Forza Horizon 3, Inside, Overwatch, The Last Guardian, Titanfall 2, Uncharted 4: Fine di un Ladro.

I PREMI. La giuria, composta dai giornalisti di riferimento delle principali testate d’informazione e della stampa specializzata per le tematiche legate al mondo videoludico, sarà presieduta per il secondo anno da Luca Tremolada, firma de Il Sole 24 Ore. La giuria eleggerà sia il vincitore del Videogioco dell’Anno, miglior titolo del 2016, che i vincitori delle categorie: Miglior App, Miglior Colonna Sonora, Miglior Gameplay, Miglior Grafica, Miglior Personaggio, Miglior Sceneggiatura, Miglior Videogioco di Azione/Avventura, Miglior Videogioco di Corse, Miglior Videogioco di Ruolo, Miglior Videogioco di Strategia, Miglior Videogioco Indie, Miglior Videogioco per la Famiglia, Miglior Videogioco Platform, Miglior Videogioco Sparatutto, Miglior Videogioco Sportivo, Videogioco più Innovativo. Verrà conferito anche il premio Videogioco più Venduto, assegnato al titolo che nel 2016 ha registrato il maggior numero di vendite, sulla base dei dati rilevati dalla società GfK.
Un importante spazio sarà riservato alle produzioni Made in Italy , che concorreranno per il Premio Drago d’Oro Italiano, dedicato ai videogiochi realizzati da studi di sviluppo italiani. Come ogni anno, tutti gli appassionati videogiocatori potranno votare il vincitore del Premio Speciale del Pubblico, categoria composta da 25 nomination che comprendono i videogiochi di nuova pubblicazione più venduti nel 2016 in Italia, sia multipiattaforma sia in esclusiva per singola piattaforma, sulla base dei dati forniti dalla società di ricerca GfK. Si potrà esprimere fin da oggi, e fino alla serata della premiazione, la propria preferenza attraverso il sito ufficiale del Drago d’Oro: