BusinessPeople
| Gennaio 2017 |

Terremoto e neve: emergenza senza fine

19 gennaio 2017Centro Italia in ginoccchio per l'emergenza maltempo. A cinque mesi dal primo, devastante terremoto, il nostro Paese torna a tremare: quattro scosse di magnitudo superiore a 5. avvertite nel Lazio, Abruzzo, Umbria e Marche, hanno riportato danni, terrore, feriti e, purtroppo morte. E, come se non bastasse, il terremoto è andato ad aggiungersi alla straordinaria emergenza maltempo che vede numerosi Paesi del Centro Italia sommersi dalla neve e dalle valanghe (causate con tutta probabilità proprio dagli eventi sismici). In provincia di Pescara, a Farindola, come riportato dall'Ansa , è una corsa contro il tempo all'hotel Rigopiano travolto da una slavina e dove si preannunciano già “molti morti”. Nel Teremano c'è stata un'altra vittima: un uomo morto sotto un edificio crollato. E c'è un disperso per un'altra slavina nell'Aquilano. Proseguono intanto le scosse di terremoto, dopo le quattro di magnitudo superiore a 5 registrate nella giornata di mercoledì 18 gennaio: l'agenzia di stampa riporta che dalla mezzanotte ne sono state registrate oltre 80 (considerando solo quelle di magnitudo non inferiore a 2), tra cui due di magnitudo 3.5. A causa del maltempo risultano disalimentate 98 mila utenze elettriche in Abruzzo e 14 mila nelle Marche. Decine le frazioni isolate, che i soccorritori non sono ancora riusciti a raggiungere a causa delle forti nevicate.

DONAZIONI PER CONTRIBUIRE AL LAVORO DELLA PROTEZIONE CIVILE

In apertura: credit ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images

Protagonista con Business People - Inviaci le tue foto, le migliori verranno selezionate dalla redazione e pubblicate come Foto del giorno sul nostro sito.
Scrivi a redazionewebbp@e-duesse.it

LA RIVISTA
Anno XIII n 9 settembre 2018
Copyright © 2018 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media