Susan Wojcicki

Susan Wojcicki © Fortune Live Media

Se c’era una cosa che non andava proprio giù ai YouTubers di tutto il mondo, era la pochezza del balzello che la piattaforma versava loro. Una fee con la quale non si riusciva nemmeno a coprire i costi. Ora però YouTube cerca di rimediare. Anche se con i soldi degli altri. Durante il Vidcon di Anaheim, il Ceo di YouTube Susan Wojcicki ha infatti annunciato il fan funding, già ribattezzato dagli americani tip-jar (vasetto per le mance): ogni utente potrà versare da un minimo di 1 dollaro a un massimo di 500 dollari ai loro registi e autori preferiti. Purché questi siano iscritti al programma, naturalmente. Una sorta insomma di crowdfounding, solo che applicato a progetti già finiti e confezionati.
Tra le altre novità annunciate dal Ceo di YouTube, spicca la funzione Creator Credits, che facilita l’indicizzazione dei creatori di clip inserendoli in una schermata di credits, e il Subtitles fan, che consente agli utenti di sottotitolare i loro video preferiti, rendendoli così disponibili a una platea sempre più ampia. “Il nostro obiettivo è fare in modo che ogni video caricato su YouTube sia disponibile in tutte le lingue”, ha spiegato Wojcicki. Grande apprezzamento ha infine riscosso l’app YouTube Creator Studio grazie al quale gli utenti potranno aggiornare il proprio canale YouTube e consultare in tempo reale le statistiche dei video. Per la felicità degli amanti dei videogiochi, il Ceo ha poi annunciato l’imminente possibilità di caricare su YouTube video con un frame-rate di 60 fotogrammi al secondo, e il lancio di un archivio musicale all’interno del quale si potranno scegliere tra ben 7.500 nuovi effetti sonori gratuiti. Il tutto dovrebbe diventare operativo entro pochi mesi.