Fabio Fazio e Dario Fo

Fabio Fazio e Dario Fo

“Elenco delle cose che ancora Macchiavelli avrebbe da dire a chi governa il popolo italiano. legge un grande italiano”. Così Fabio Fazio introduce l’elenco del nobel Dario Fo, che nel suo intervento a Vieni via con me , recita alcuni consigli del Principe di Macchiavelli. Diversi gli applausi da parte del pubblico che, sembrano riconoscere alcuni comportamenti recenti dei politici italiani. “Vedo che conoscete il testo originale” risponde ironicamente agli applausi Fo nel corso del suo elenco. Ecco alcuni consigli ripresi dall’intervento di Dario Fo nella quarta e ultima puntata di Vieni via con me. Primo consiglio: “Non ti far niuno scrupolo di mentire, ma quella menzogna, bada bene, bisogna che tu la vada ripetendo in tempo breve per due, tre, financo quattro volte e più di modo che, al fine, nelli orecchi di chi ti ascolta il falso si sarà trasformato in verità”. Poi un avvertimento sulle “fazioni continue” dentro il governo, che possono arrivare “fino a trascinare entro una immancabile rovina te e tutti i tuoi consoli e consolatori”.

Vieni via con me, i migliori video della quarta e ultima puntata

Terzo consiglio: “Assumi sempre nel tuo governo cortigiani scaltri d'ingegno e anco in truffalderia, meglio se questi si trovano sotto scacco della legge così potrai proteggerli da ogni incriminazione, a costo di dover corrompere qualche giudice. In tal modo costoro ti saranno eternamente grati e alla tua più completa mercé. Ma quando le loro infamie condotte a tuo vantaggio saranno interamente scoperte presentati al popolo tutto colmo d'indignazione e subitamente ti devi liberare di quella malagente gridando 'via i traditori, i traditori via’”. E ancora: “Non farti mai cogliere nella condizione d'essere ricattato e ricattabile, ma nello stesso tempo in cui un accusatore ti andasse trascinando con le sue testimonianze nel pubblico ludibrio, tu appronta subito la contromossa nella quale lo sparlatore verrà accusato di atti indegni tali da trascinarlo a sua volta nel fango più putrido... non importa se appresso le tue accuse risulteranno false e artatamente concepite. Basta che tu, avanti a quelle calunnie, le faccia pronunciare da un tuo tirapiedi, ben conosciuto come fabbricante di infamie. E quel tuo servente, nel processo , verrà punito. E invece te sarai ritenuto completamente innocente. E la vittima, galleggerà per lungo tempo in quella palude di infamità”. Ogni riferimento a persone, o a fatti realmente accaduti, è puramente casuale. Ecco il video dell’intervento di Dario Fo: