Con l’esclusiva di Cairo tecnicamente scaduta ieri e in attesa del board del 4 marzo che dovrebbe comunque siglare la cessione di La7 all’editore, spuntano nuove offerte per gli asset TiMedia. La prima vede il ritorno del fondo Clessidra (già si vocifera di un interessamento di Diego Della Valle), che ha rilanciato con un’offerta vincolante migliorativa per TiMedia: una parte cash superiore alla precedente e la proposta di lasciare a Telecom Italia una percentuale sui mux. La proposta di Clessidra, si ricorda, riguarda tutta TiMedia (La7, Mtv e i mux) e dovrà comunque essere esaminata dal board di Telecom Italia. Anche l’editore Guido Veneziani (“Stop”, Vero Tv) ha presentato un’offerta vincolante (valida fino al 5 marzo) per gli asset tv del gruppo, ovvero La7, La7d e il 51% di Mtv. Come riporta “Italia oggi”, Veneziani avrebbe chiesto a Telecom un contributo di 80 milioni di euro per la ristrutturazione della tv (contro i 95 milioni chiesti da Cairo) e accollerebbe al gruppo 90 dipendenti (vs 120 della richiesta rivale) della rete. L’editore avrebbe inoltre intenzione di confermare i contratti di raccolta adv di Cairo con La7 e di Mtv Pubblicità per Mtv.