Dopo Fastweb, Huawei Italia stringe un altro accordo con una delle principali società di telecomunicazioni in Italia. Il gruppo, leader globale nelle soluzioni Ict, ha firmato con Tiscali un contratto definitivo di fornitura di apparati per la realizzazione in Italia della rete ultrabroadband di accesso Lte 4.5G Fixed Wireless con tecnologia TDD su frequenza 3.5GHz. In pratica, tutti gli utenti Tiscali potranno usufruire di servizi ultra broadband fino a 100Mbps, scalabili in un prossimo futuro fino a 1 Gbps e sarà in grado di supportare servizi multimediali di altissima qualità, come, ad esempio, lo streaming in alta definizione dei video in 4K.
L’alleanza tra le due società, si precisa in una nota, è una vera e propria partnership tecnica e commerciale, e risponde all’obiettivo strategico di Tiscali di realizzare nel corso dei prossimi tre anni, a cominciare dal terzo trimestre 2016, una rete di accesso proprietaria ultra broadband basata su tecnologia Lte-Tdd 4.5G Wtth (Wirelessfiber to the Home) su tutto il territorio nazionale, con focus particolare nelle aree in Digital Divide, su frequenza 3.5GHz technology neutral di cui Tiscali è licenziataria.

INVESTIMENTI PER 40 MILIONI DI EURO. Il contratto quadro prevede la possibilità di realizzare investimenti per 40 milioni di Euro, contribuendo così a coprire i fabbisogni di investimento Lte di Tiscali, che pianifica una copertura di circa 13 milioni di famiglie e imprese, in particolare nelle aree in Digital Divide del paese con l’obiettivo di rispondere alla crescente domanda di mercato di banda ultra larga altamente performante.