Da poco si è concluso l’incontro a Roma del Comitato nazionale Italia Digitale in cui il viceministro Romani ha confermato che il calendario dello switch off dell’area 3 subirà uno spostamento, anche sostanziale. Qui di seguito le nuove date:

  • Piemonte orientale: 25/10-27/11
  • Lombardia: 2/11-27/11
  • Emilia Romagna: 24/11-3/12 (in attesa conferma)
  • Veneto: 1/12-13/12
  • Friuli Venezia Giulia: 6/12-16/12
  • Liguria: posticipata al 2011

Davide Rossi, direttore generale di Aires, Associazione Italiana Retailer Elettrodomestici Specializzati, ha confermato il calendario e ha sintetizzato così il sentimento della distribuzione: “Siamo molto preoccupati da questo slittamento, tra l’altro più importante di quanto fosse emerso nell’incontro di fine luglio. Lo siamo sia perché è indubbio che questa decisione avrà ripercussioni economiche sulle imprese della nostra filiera ma avrà anche ricadute poco positive sul fronte del servizio che potremo garantire ai cittadini/clienti coinvolti in questo passaggio tecnologico”. E ha proseguito: “Il viceministro ha ricondotto la decisione a motivazioni di ordine tecnico che possiamo anche comprendere, ma ciò non toglie che sia la distribuzione che i brand della Ce (industria Consumer Electronics) si trovano ora di fronte a un calendario rivoluzionato e compresso, che si accavalla con i picchi logistici e di vendita natalizi e in cui la filiera si misura con milioni e non centinaia di pezzi, fra l’altro facili all’obsolescenza”. Rossi ha concluso: “Come è nello stile della nostra associazione non vogliamo muoverci con prese di posizione forti che tra l’altro non sortirebbero alcun effetto in questo momento, bensì vogliamo continuare a lavorare”. La stessa preoccupazione, ha evidenziato Rossi, è stata espressa da Anitec, Associazione Nazionale industrie informatica, telecomunicazioni ed elettronica di consumo, presente all’incontro.