Da Beirut a Vancouver, passando per Los Angeles e arrivando fino a Milano. Fino al 23 settembre in 12 grandi città internazionali è di scena il Social Media Week, ovvero il festival delle Rete. Solo a Milano organizzati 130 incontri tutti con un unico obiettivo: approfondire il mondo della rete. 250 i relatori degli appuntamenti nei quali la divulgazione del sapere della Rete passa quest’anno attraverso il filo conduttore democratizing technology . Naturalmente il programma della manifestazione è online: tutti gli eventi sono gratuiti e fino ad esaurimento posti.

Proprio in occasione dell’e-festival Nielsen ha reso noto il suo “State of the Media: The Social Media Report”. Una mappa della Rete che esplora i cambiamenti in atto nel panorama dei social media, le modalità di interazione dei consumatori con questi strumenti e le piattaforme digitali che ne trainano l’utilizzo. Il report fornisce anche indicazioni sul potere dei social media nell’influenzare il comportamento dei consumatori, sia online che offline. Dal report emerge come social network e blog siano visitati da oltre l’80% degli utenti internet negli Stati Uniti e da ben l’84% in Italia. Un valore in crescita, in valore assoluto e in percentuale. Aumenta infatti anche il tempo speso su questi siti, con gli americani che vi dedicano il 25% della loro permanenza online e gli italiani addirittura un terzo. Donne e giovani tra i 18 e i 34 rappresentano i target più attivi. In aumento anche l’utilizzo dei social network da mobile (il 40% degli utenti di social media negli Stati Uniti accedono dal telefonino). Le applicazioni di social networking sono la terza categoria più scaricata (dopo giochi e meteo). Il 70% degli adulti attivi sui social network fa acquisti online, il 12% in più rispetto alla media degli adulti attivi online; il 53% segue un brand; il 32% segue un personaggio famoso.