In nemmeno 24 ore l’ipotesi di agganciare il canone Rai alla busta paga è tornata alla ribalta per poi essere subito smentita. Soltanto ieri, infatti, era emersa la proposta di prelevare il 10% del gettito del canone per coprire gli aumenti in busta paga, previsti dal governo Renzi.
L’evasione della tassa sarebbe stata recuperata attraverso il pagamento con la bolletta elettrica (secondo alcuni calcoli consentirebbe il recupero di circa 300 milioni di euro). Palazzo Chigi ha però dichiarato di non star lavorando ad alcun intervento in merito.