Sky Italia chiude il suo primo trimestre fiscale, conclusosi al 30 settembre 2010, con 4,8 milioni di abbonati, con una crescita di 58 mila utenti rispetto ai tre mesi precedenti. Si tratta dell’incremento più elevato dal dicembre 2008.
Se aumentano gli abbonati, diminuiscono invece gli utili. La filiale italiana del gigante dei media di Rupert Murdoch, ha archiviato infatti il primo trimestre fiscale, nonostante una crescita dei ricavi del 2%, con un calo dell’utile operativo a 82 milioni di dollari dai 128 milioni dello stesso trimestre dell’anno scorso.

La crescita dei ricavi è stata neutralizzata da un aumento dei costi legati all’acquisizione di nuovi utenti e dai costi legati alla programmazione dei Mondiali di calcio.