Adriano Celentano al Festival di Sanremo © GettyImages

Adriano Celentano al Festival di Sanremo

Non sono state le canzoni le protagoniste della prima serata del Festival di Sanremo, né i cantanti. Quattordici in tutto gli artisti che hanno calcato ieri sera il palco dell’Ariston: da Noemi con Sono solo parole a La tua bellezza di Francesco Renga, da Dolcenera con il suo Ci vediamo a casa a Un pallone di Samuele Bersani. Protagonisti della serata soprattutto gli ospiti, quelli tornati dalla passata edizione come Luca e Paolo, ma anche la coppia Belèn-Canalis, chiamate d’urgenza (avrebbero dovuto presenziare alla seconda e non alla prima puntata) a sostituire l’infortunata Ivana Mrazova, ma soprattutto Adriano Celentano. Lo show dell’ex molleggiato è lunghissimo, quasi un’ora. Pochi i minuti cantati, Celentano ha preferito lunghi monologhi che somigliavano soprattutto a invettive, contro i preti che «non parlano mai del paradiso, come a dare l’impressione che l’uomo sia nato solo per morire» o contro i giornali «inutili come l’Avvenire e Famiglia Cristiana che andrebbero chiusi definitivamente» perché «si occupano di politica invece di parlare di Dio».

Nella performance di Adriano Celentano a Sanremo ce n’è anche per la Consulta che ha bocciato i referendum abrogativi della legge elettorale: «Di Pietro, Parisi, Segni hanno raccolto un milione duecento mila firme che la Consulta ha buttato nel cestino. C’è qualcosa che non va: o è la Consulta che sbaglia o bisogna cambiare vocabolario».

Adriano ne ha anche per il direttore generale Rai: «Ho capito perché si chiama Lei, perché vuole mantenere le distanze: anche con Michele Santoro... l’ha distanziato mica male». La chiusura è invece dedicata a Angela Merkel e Nicolas Sarkozy, che «avevano proposto l’acquisto di armamenti come condizione per salvare la Grecia».

Si blocca anche il sistema del voto. Dopo il blocco al collo di Ivana Mrazova, al punto da impedire alla 19enne modella ceca di essere tra i protagonisti della prima serata del Festival di Sanremo, si è bloccato anche il sistema di voto della giuria in galleria all’Ariston.«C’è stato un problema tecnico alla centralina del sistema della società demoscopica. I giurati stanno votando su carta, in attesa del ripristino del sistema». Saltata così l’eliminazione prevista di due brani. Questa sera si esibiranno ancora tutti e 14 i cantanti e saranno alla fine 4 le canzoni a lasciare la gara.