© Eliana Corti

Netflixing , ovvero “guardare un’intera stagione di uno show in una volta sola”, oppure, “una validissima scusa per evitare obblighi sociali”. Le definizioni della “Netflix way of life”, che buona parte del pubblico (e sicuramente gli addetti ai lavori) ormai conoscono, ricoprono i cuscini disseminati nella sala del Park Hyatt Hotel di Milano - ribattezzata “casa Netflix” - dove i manager della società di Los Gatos hanno incontrato la stampa italiana per raccontare e presentare il servizio svod che verrà lanciato nel nostro Paese a ottobre.

Gallery 

Pochi i dettagli sul lancio, il gruppo – ha spiegato Stuart Gurr, Publicity Contents Director – è al lavoro sull’applicazione italiana e sui contratti con i vari player per far sì che alla data X tutto il catalogo (o quasi) sia disponibile sottotitolato e doppiato in italiano. «Tutti i Netflix Original e Netflix Exclusive saranno doppiati e lo sarà la maggior parte di tutti gli altri contenuti. Le eccezioni potrebbero essere degli show mai arrivati nel vostro Paese, ma che potrebbero essere comunque interessanti. In quel caso, potrebbero essere resi disponibile solo in lingua originale», precisa.

INTERFACCIA. La user interface è intuitiva e offre una gallery di contenuti diversa a seconda della profilazione dell’utente (fatta al momento dell’iscrizione), che non si basa soltanto su semplici preferenze come, per esempio, un determinato genere cinematografico, ma approfondisce ulteriormente i gusti dell’utente, per esempio selezionando tra vari tipi di comedy (slapstick, romantica etc.) o thriller, attore o regista preferito, tenendo conto anche delle scelte di visione successive.