Stefano Parisi Credit © European Union, 2011

Stefano Parisi

Un’unica federazione di rappresentanza industriale, che possa promuovere lo sviluppo dell’economia digitale, settore che in Italia è rappresentato da imprese per un totale di 250 mila addetti e oltre 70 miliardi di euro di fatturato annuo. Il tutto a beneficio della concorrenza e dell’innovazione del Paese. Con questo obiettivo nasce Confindustria Digitale, federazione che si dovrebbe inserire nel sistema confederale con modalità innovative: struttura e direzione snelle, vertici limitati a presidenza, consiglio direttivo e assemblea; mandato presidenziale di soli due anni non rinnovabile e rotazione della presidenza tra i diversi settori rappresentati. Quattro i soci fondatori: Assotelecomunicazioni-Asstel, l’associazione della filiera delle imprese di Telecomunicazioni, Assinform in rappresentanza dell’Information Technology, Anitec che riunisce i produttori di tecnologie e servizi di Ict e Consumer Electronics e Aiip associazione degli Internet Provider. A queste – spiega una nota di Assinform – si andranno ad aggiungere nei prossimi mesi altre importanti associazioni dei settori Ict.
Alla guida della neo federazione ci sarà Stefano Parisi, presidente di Asstel, insieme ai due vice presidenti Paolo Angelucci (Assinform) e Cristiano Radaelli (Anitec), fino alla prima assemblea, prevista entro la fine dell’anno, per l’elezione dei nuovi organi.