© Getty Images

Continua a crescere l’incidenza della musica digitale nel mercato italiano. La sua quota infatti arriva oggi al 38% del totale - secondo i dati rilevati da Deloitte per Fimi e relativi al primo semestre del 2013 - contro il 33% dello scorso anno. Complessivamente il digitale cresce del 7% arrivando a sfiorare i 20 milioni di euro. Album e singoli scaricati salgono del 4% a 11,8 milioni di euro, mentre lo streaming tra video e audio (YouTube, Spotify, Deezer e altri), con 5,7 milioni di euro, cresce del 23% e rappresenta oggi il 30% del mondo digitale.
Di contro, cala ulteriormente il mercato fisico che scende del 13% attestandosi a 31,2 milioni di euro. In controtendenza solo il vinile che cresce del 53% superando il milione di euro nel semestre preso in esame. Cresce anche l'e-commerce, secondo i dati GfK che parlano di un incremento del 9% a valore.