Augusto Minzolini

Caporedattore con funzioni di direttore. Con questa qualifica, con la quale Augusto Minzolini era stato assunto alla direzione del Tg1, non può essere licenziato senza giusta causa o giustificato motivo. Se invece avesse rivestito formalmente la carica di direttore o vicedirettore, sarebbe stato sufficiente il venir meno del “rapporto fiduciario” con l’editore (fatta salva una penale pari a un certo numero di mensilità). A precisare la situazione sono stati i legali di Minzolini nella nota difensiva inviata al Gup del Tribunale di Roma, pubblicata dal settimanale “l’Espresso”. Così l’ex direttore del Tg1 continuerà a percepire lo stipendio di oltre 22mila euro netti al mese, “rischiando” tutt’al più un trasferimento a Parigi o New York.