È ufficiale Microsoft ha acquistato Skype. Dopo le indiscrezioni di questa mattina, adesso arriva l’ufficialità: l’azienda di Bill Gates è la nuova proprietaria di Skype. 8 miliardi di dollari, più altri 500 milioni per farsi carico dei debiti della compagnia, il totale dell’investimento a carico di Microsoft. Un’offerta questa, con la quale il colosso di Redmont ha bruciato la concorrenza di altri due big del web: Google e di Facebook. Tanto il motore di ricerca che il social network nelle ultime settimane si erano, infatti, mosse per mettere le mani sul servizio di telefonia online che nel mondo conta oltre 800 milioni di utenti.
Skype, creata nel 2003 da Niklas Zennstrom e Janus Friis, nel 2005 venne acquistata da eBay per 3,1 miliardi di dollari. Nel 2009 la maggioranza delle azioni fu ceduta a un gruppo di investitori per poco più di 2 miliardi di dollari, mentre eBay conservò un terzo del pacchetto azionario.
Oggi l’acquisto di Skype, rappresenta per Microsoft la più grande operazione mai effettuata, un chiaro segnale del fatto che la società di Bill Gates vuole conquistare il mercato della rete.

«Skype è un servizio fenomenale, amato da milioni di persone nel mondo – ha affermato oggi l’amministratore delegato di Microsoft, Steve Ballmer. Insieme creeremo delle comunicazioni in tempo reale in modo che la gente potrà restare in contatto con la famiglia, gli amici, i clienti e i colleghi, da qualsiasi parte del mondo». Con l’acquisizione da parte di Microsoft, Skype diventa una nuova divisione dell’azienda di Redmont e il ceo della società telefonica, Tony Bates diventa presidente della Microsoft Skype Division, riportando direttamente a Ballmer. «Insieme – spiega Bates - saremo in grado di accelerare i piani di Skype per estendere la nostra comunità globale e introdurre nuovi modi di comunicare e collaborare». Skype andrà in appoggio di alcuni strumenti di Microsoft come la console Xbox, Kinect e Windows Phone.