La nuova alleanza Google-Motorola inizia a diventare scomoda. A poco più di una settimana dal via libera delle autorità americane ed europee all’acquisizione di Motorola Mobility da parte di Google (operazione che permette al gruppo di Mountain View di mettere le mani su 17 mila brevetti concentrati nei settori dei video e della telefonia mobile), arriva l’esposto alla Commissione europea da parte di Microsoft, secondo il quale Motorola cercherebbe di bloccare le vendite di computer e consolle per giochi che montano il suo sistema operativo Windows. “Motorola – afferma la società di Redmond sul blog del gruppo – vuole usare i propri brevetti per uccidere i servizi di video streaming su internet e Google, il suo nuovo proprietario, non sembra voler cambiare questo atteggiamento”. Secondo Microsoft si starebbe violando il precedente impegno assunto sui brevetti, che avrebbe dovuto autorizzare a un prezzo giusto.