Tom Mockridge

Tom Mockridge

«Sono molto dispiaciuto che Mediaset non abbia onorato gli impegni contrattuali in merito alla programmazione di Mediaset Plus, privando così i nostri abbonati del meglio dei programmi delle reti Mediaset. Il mancato rispetto degli impegni assunti in relazione alla programmazione di Mediaset Plus ha reso purtroppo necessaria la decisione di interromperne la distribuzione». È quanto annuncia l’ad di Sky Italia, Tom Mockridge, in una nota aziendale nella quale si sottolinea che il canale Mediaset Plus, nato per riproporre il meglio di Canale 5, Rete 4 e Italia 1, non verrà più distribuito dalla piattaforma satellitare per gravi adempimenti contrattuali. Il contratto firmato da Sky con R.t.i., che prevedeva un canone annuo dai 6 ai 13 milioni di euro l’anno, stabiliva tra i vari impegni, che Mediaset Plus avrebbe incluso all’interno del proprio palinsesto anche programmi particolarmente graditi al pubblico come Chi vuol essere milionario , La Corrida e Striscia la notizia , nonché ogni altro programma di appeal equivalente disponibile per altre reti Mediaset (come MediasetExtra e La5). Queste trasmissioni non sarebbero, secondo Mockridge, mai state incluse nella programmazione del canale. Imminente la replica del gruppo Mediaset che ha annunciato la richiesta di riasarcimento danni causati dalla illegittima risoluzione unilaterale del contratto in vigore fino a fine 2012.