Un cavo sottomarino che connetterà l'Europa e gli Usa attraverso l'Oceano Atlantico, per garantire una connessione internet veloce a 160 terabit al secondo. Si chiamerà Marea, e sarà il risultato dell'accordo tra due big dell'informatica e delle comunicazioni, Facebook e Microsoft.

MAREA. Marea, che dovrebbe essere completato entro l'ottobre del 2017, sarà lungo ben 6.600 chilometri, e collegherà Virginia Beach, in Usa, alla spagnola Bilbao. È la prima volta che una struttura simile collega gli Stati Uniti all'Europa Meridionale: le dorsali dati che attraversano l'Atlantico hanno infatti finora seguito delle rotte più settentrionali. A gestire il collegamento sarà Telxius , una controllata delle telecomunicazioni della spagnola Telefonica .

DORSALE TRANSATLANTICA. Nelle loro dichiarazioni, Microsoft e Facebook hanno dichiarato di perseguire l'obiettivo di accellerare al massimo consentito lo sviluppo delle infrastrutture internet di ultima generazione, al fine di rispondere alla sempre crescente richiesta di connessione dati. I servizi online, infatti, sono in inarrestabile aumento; strumenti come il cloud sono sempre più necessari agli utenti. La nuova dorsale, e il suo collegamento finora inedito, permetteranno di migliorare sensibilmente l'affidabilità delle connessioni a disposizione degli internauti europei e statunitensi.

I COSTI. I costi dell'operazione congiunta non sono stati ancora divulgati. Comunque, l'asse Redmod-Menlo Park non è il primo nel suo genere: solo due anni fa era stata Google a stringere un accordo con un gruppo di cinque società asiatiche per costruire una dorsale che attraversasse il Pacifico e, dagli Usa, approdasse al Giappone: all'epoca erano stati spesi ben 300 milioni di dollari.