Cristina Parodi

A La7 è tempo di tagli. Obiettivo: risollevare di conti della rete, anche in vista della cessione. A farne le spese tre agli altri anche Cristina Parodi, il cui programma (che non ha mai superato il 2%) non sarà più in palinsesto. Il piano di razionalizzazione dei costi varato dall’amministratore delegato Marco Ghigliani prevede tagli per un totale di 25 milioni di euro da conseguire attraverso la rimodulazione del day time e la massimizzazione degli investimenti e delle redditività nelle aree in cui la rete è più forte, ovvero l’informazione. Il 2013 vedrà infatti il consolidamento degli appuntamenti con i volti più importanti del canale, da Mentana a Lerner, anche in vista delle prossime elezioni politiche.

La rete ha registrato, nei primi nove mesi dell’anno, perdite per 53,8 milioni di euro, anche a causa dell’incremento degli investimenti sul palinsesto voluti dall’ex ad Giovanni Stella.