La visione dei contenuti televisivi si associa sempre più all’utilizzo di tablet, smartphone e Pc. Più dei tre quarti (77%) degli intervistati nel mondo usa regolarmente il computer mentre guarda la Tv (il 26% in più rispetto al 2012), e oltre il 90% guarda contenuti video tramite internet. Secondo la terza edizione dello studio Video Over Internet Consumer Survey 2013 , condotto su oltre 3.500 persone in sei Paesi e pubblicato da Accenture, i consumatori seguono dunque i contenuti televisivi in modo multitasking. Cresce la fruizione dei video attraverso provider locali (utilizzati dal 40% del campione), in controtendenza i consumatori italiani che, per il 66%, si rivolgono a provider internazionali.
Sebbene sia stata registrata una crescita nell’utilizzo di tutti i tipi di dispositivi i tablet hanno registrato un vero e proprio boom, passando dall’11% al 44% nella visione integrata alla Tv. Anche se, nella maggior parte dei casi, non c’è un nesso tra il contenuto televisivo e ciò che viene fruito con altri dispositivi, lo studio indica che c’è uno stretto legame tra l’uso del tablet e i contenuti visualizzati sulla Tv, rispetto a quanto accade con i portatili e gli smartphone. I consumatori scelgono il dispositivo su cui guardare un video in base al tipo di contenuto: un film o una serie Tv vengono seguiti prevalentemente su Pc o portatili (il 47% contro il 41%), mentre brevi videoclip vengono visualizzati soprattutto su smartphone (il 49% degli intervistati). La televisione collegata direttamente a internet resta il metodo preferito per accedere ai video online, anche se in diminuzione rispetto a quanto riscontrato lo scorso anno (dal 36% del 2012 al 31%). Per contro, è salita dal 23% al 28% la percentuale dei consumatori che sono incerti o non hanno un metodo preferito per accedere alla tv online. È emerso, infine, che più della metà dei consumatori (il 53%) si fida di più delle tradizionali emittenti televisive per l’offerta di video tramite internet, una crescita netta rispetto al 32% del 2012.

Leggi anche: Nuovo volto per la Tv, ora è ‘fai da te’