Se l’asta delle frequenze destinata agli operatori Tlc non dovesse raggiungere i 2,4mld di euro previsti con entrate a bilancio entro il 30 settembre 2011 (prima, dunque, dell’asta), il ministero del Tesoro ha previsto una forma di tutela attraverso una riduzione lineare delle dotazioni finanziarie per le missioni di spesa ciascun Ministero, con l’eccezione del Fondo ordinario delle Università e delle risorse per la ricerca. La clausola è stata inserita all’interno della legge di stabilità.