Silvio Berlusconi e Rupert Murdoch

Il Financial Times è chiaro, se Rupert Murdoch riuscisse nel suo intento di fondere la NewsCorp con BskyB la Gran Bretagna avrebbe il suo “Berlusconi moment”.
Il parallelo, riportato dal quotidiano londinese, è di Claire Enders, un noto analista dei media. L’accostamento tra la realtà che si profila in Gran Bretagna e il caso italiano è utilizzato per fotografare la preoccupazione che l’operazione di Murdoch suscita oltre Manica.
Secondo l’editorialista del Financial Times la fusione rischierebbe di “restringere gli spazi per il pluralismo” e aumentare il potere di Mr Murdoch in Gran Bretagna.
Il giornalista si appella allora direttamente a Vince Cable, ministro dell’Industria britannico: il magnate australiano va fermato in quanto “insieme NewsCorp e BSkyB sarebbero una formidabile bestia: la prima avrebbe il 37% del mercato nazionale dei quotidiani e l’altra il 35% di quello televisivo”. A supporto della tesi il Financial ricorda la storia delle intercettazioni scoperte al “News of the World” e frettolosamente archiviate dalle autorità, prova della già “forte presa di Murdoch sull’industria dei media” e di “quanto i politici siano intimiditi da lui”.