Android Market

Entro fine anno il mercato delle App (le applicazioni per smartphone e tablet) varrà 15 miliardi di dollari. Una previsione – fatta dalla società d’analisi Gartner – che fa gola a molti, soprattutto ai competitor di Apple che hanno ‘fiutato l’affare’ dell’App Store. È il caso di Google che ha appena presentato la versione online dell’Android Market il negozio online dove è possibile scaricare (gratuitamente o a pagamento) decine di migliaia di applicazioni per il proprio smartphone o tablet con sistema operativo Android. Si tratta di un bel passo in avanti per il negozio di Google che, lanciato lo scorso anno, finora era disponibile solamente via cellulari con il sistema operativo di Google, ma escludeva gli altri utenti di internet. Adesso la vetrina di Mountain View è disponibile a tutti all’indirizzo market.android.com : per gli ‘Android addicted’, che possono consultare le applicazioni su uno schermo superiore ai 3-4 pollici degli smartphone, ma anche per coloro che vogliono conoscere meglio il mondo della applicazioni Android. Android Market è suddiviso per sezioni che vanno dai giochi alle applicazioni per il business (disponibile anche il tasto di ricerca). Per tutte le applicazioni possono essere visualizzati alcuni screenshot, la compatibilità con le varie release del sistema operativo e i commenti degli utenti.
Per scaricare le applicazioni dal negozio virtuale bisognerà effettuare la registrazione dei propri dispositivi Android e il download avverrà in modalità Ota (Over The Air) senza alcun collegamento fisico al PC. In alternativa si potrà scaricare la app anche attraverso un Qr Code. Attualmente l’Android Market può contare su 100mila applicazioni, contro le 350mila dell’App Store di Apple. Ma Google, però, non resta a guardare e – come sottolinea il Sole 24 Ore - per i tablet Mountain View ha progettato Honeycomb (Android 3.0), un sistema operativo con funzioni avanzate per l'interazione, sviluppate per schermi “touch” e l'uso in mobilità: ad esempio, ha una grafica tridimensionale disegnata per facilitare la visualizzazione degli edifici nelle mappe elettroniche e supporta le videochiamate. Sarà installato sul Motorola Xoom e, in seguito, su altri tablet.