Carsten Schloter

Carsten Schloter

Un ulteriore investimento da 400 milioni di euro per allargare la proprie reti di nuova generazione così da raggiungere con la propria banda ultra larga 5,5 milioni di famiglie e imprese, pari al 20% della popolazione. È il nuovo piano nazionale annunciato da Fastweb, che porta così il suo investimento in innovazione e infrastruttura sul territorio a 2 miliardi di euro per i prossimi quattro anni. Un impegno che permetterà alla società presieduta da Carsten Schloter di rafforzare la sua leadership qualitativa sulla banda larga e offrire a sempre più clienti l'accesso all'Internet più veloce del mercato.
Fastweb, che a complemento del suo piano ha appena siglato un’intesa con Telecom Italia, installerà nel proprio armadio di strada una centralina Vdsl2 alla quale saranno collegati i clienti che, a loro volta, verranno dotati di un apposito modem, mentre non sarà necessaria alcuna attività di scavo e di cablatura dei condomini.
Il piano nazionale prevede una prima fase di sviluppo con il completamento entro il 2014 della copertura delle città di Roma, Torino, Genova, Venezia, Firenze, Palermo, Trieste, Bari, Bologna, Verona, Ancona, Brescia, Monza, Livorno, Reggio Emilia, Padova, Como, Bergamo, Pisa. A fine 2012, secondo i piani dell’azienda, 40 mila famiglie italiane già potranno godere dei nuovi servizi a banda ultralarga Fastweb in Ftts (Fiber to the Street Cabinet, detto anche FTTCab) .

FTTCab e Vdsl2, cosa sono?