Sin dalla sua fondazione nel 2004, Facebook è stato il regno del “Mi piace”. Che fossero post , foto o link , ad ogni utente è sempre bastato un semplice clic sul tasto con il pollice all’insù per esprimere la sua approvazione nei confronti di un qualsiasi contenuto. Mettendo viceversa sotto silenzio ogni possibile espressione di dissenso. A breve, però, le cose cambieranno: a furor di popolo è pronto il lancio di una serie di innovazioni che metteranno fine allo spadroneggiare del like .

NUOVE OPZIONI. Durante un botta e risposta online il fondatore del social network Mark Zuckerberg ha annunciato l’arrivo di nuove funzioni che permetteranno di ampliare la rosa di emozioni manifestabili su Facebook . Non più, dunque, approvazione indiscriminata: a breve diventerà possibile esprimere online molto più del semplice gradimento. E la richiesta è partita direttamente dagli utenti: da molto, infatti, il team di Menlo Park si era trovato a raccogliere suggerimenti in tal senso.

UTENTI ACCONTENTATI. «Vi abbiamo finalmente ascoltato»: sono state queste, infatti, le parole di Zuckerberg nell’annunciare la novità. Una piccola rivoluzione che si è fatta attendere: il timore era quello di trasformare il social network in una tribuna in cui la gente loda o mette alla berlina l’opinione altrui. Tuttavia era impossibile non raccogliere i suggerimenti della comunità online: via ai lavori, dunque, per introdurre opzioni per esprimere empatia e coinvolgimento su Facebook. Di nuovo bocciata, invece, l’opzione “Non mi piace”: sembra non troverà spazio, almeno per un po’.