Il primo step del passaggio al digitale terrestre del 2010 è in pieno svolgimento. Il prossimo 26 novembre si concluderà la cosiddetta fase 3 quella che, iniziata il 25 ottobre, porterà allo spegnimento definitivo del segnale analogico di oltre 1500 comuni di Lombardia, Piemonte e Emilia Romagna. ll 26 è la giornata più importante del calendario, quella che interesserà Milano e gli altri grandi centri (Alessandria, Cremona, Parma, Pavia, Piacenza, Novara, Bergamo e Brescia). Il giorno segnerà anche il debutto di una nuova rete del servizio pubblico, Rai 5. L’inaugurazione del nuovo canale semi-generalista avverrà proprio nel capoluogo lombardo negli studi di Corso Sempione.
L’offerta di Rai5 sarà fatta di intrattenimento culturale, con un focus su arte, moda e musica e una speciale attenzione alla promozione del made in Italy, nonché all’Expo 2015.
Secondo quanto anticipato dal vicedirettore generale Antonio Marano, il responsabile del progetto sarà Pasquale D’Alessandro, direttore Innovazione e prodotto Rai.
Tra le grandi firme arruolate per Rai 5, quelle di Renzo Arbore e Philippe Daverio. Ma anche Gregorio Paolini, Benedetta Mazzini (con una serie di documentari sull’Africa), Omar Pedrini (documentari sulla musica) e lo chef Gualtiero Marchesi.
La rete nasce insieme al progetto web Rai5.rai.it, attorno al quale si dovrebbe coagulare una sorta di cantiere di idee, che prevede anche un ruolo attivo per il pubblico.

Il calendario giornaliero dello spegnimento

Il calendario delle province interessate