©GettyImages

È iniziata oggi la terza fase dello switch off , quella che, entro metà dicembre, segnerà il passaggio al digitale terrestre dei cittadini di Liguria, Toscana, Umbria e Marche. Nei prossimi due mesi 8,1 milioni di italiani migreranno al nuovo segnale televisivo. Le vecchie migrazioni sono state costellate da disagi per gli utenti che si sono trovati alle prese con assenza di canali, numerazione errata, ricezione difettosa e a volte addirittura lo schermo nero. Sperando che questi problemi non si ripropongano, noi comunque rispolveriamo il nostro decalogo per un agevole switch off.

  1. Avere un televisore con digitale terrestre incorporato oppure un decoder
  2. Controllare che i cavi dell’antenna e quelli SCART siano collegati al televisore (con digitale) o al decoder
  3. Sintonizzare automaticamente i canali
  4. Ricercare periodicamente i canali che non si ricevono, la transizione al digitale potrebbe dare dei problemi di ricezione
  5. Ordinare la numerazione dei canali, se il decoder non lo fa in automatico, impostare la funzione Lcn (Logic Channel Number)
  6. In caso di mancata o scarsa ricezione dei canali il problema potrebbe essere legato all’errato funzionamento del decoder o del televisore o di una parte dell’impianto di ricezione
  7. Verificare che il decoder o il televisore funzionino correttamente, se prima dello switch off funzionavano il problema non riguarda gli apparecchi
  8. Se alcuni canali non si ricevono in tutta la tua zona/quartiere il problema deriva dalla fonte. L’ottimizzazione dei canali sulle frequenze in alcuni casi potrebbe durare qualche giorno, in questo caso l’unica cosa da fare è aspettare con pazienza. Se invece l’oscuramento dei canali è circoscritto all’abitazione potrebbe esserci bisogno di una revisione dell’impianto d’antenna. Potrebbe essere necessario orientare l’antenna verso i nuovi trasmettitori, oppure eliminare i filtri di distribuzione o sostituire cavi vecchi o consumati.In alcuni casi potrebbe essere necessario potenziare il segnale tv all’intero dell’impianto. Il ogni caso il consiglio è di chiamare un tecnico antennista.
  9. Se il problema non è nell’impianto d’antenna è legato alla trasmissione dalla fonte. Chiamare il numero che il Ministero dello Sviluppo Economico ha messo ha disposizione 800.022.000 preparandosi anche a lunghi tempi di attesa per ricevere una risposta
  10. A questo punto il digitale terrestre dovrebbe funzionare, forse…