©GettyImages

Canale Italia srl, Telecom Italia Media Broadcasting srl, Elettronica Industriale spa (gruppo Mediaset), Sky Italia Network Service srl, Prima Tv spa (che fa capo a Tarak Ben Ammar), Europa Way srl (di Francesco Di Stefano, editore di Europa 7), 3lettronica Industriale spa (gruppo 3 Italia), Rai, Tivuitalia spa e Dbox srl (cui farebbe capo Einstein Multimedia): sono questi i 10 soggetti che hanno presentato 17 domande di partecipazione al beauty contest per ottenere, gratuitamente, le frequenze relative a sei mux della televisione digitale terrestre (due destinati agli editori storici, tre ai nuovi entranti e uno alla telefonia mobile o allo standard Dvb-H). Tra questi, Telecom ha presentato tre domande. I soggetti ammessi alla procedura di assegnazione verranno resi noti dopo la valutazione della Commissione di valutazione (la nomina dei tre membri è in corso) sulla base dell’articolo 4.5 del Disciplinare di gara.