Kickstarter è il più famoso sito di crowdfunding

Da strumento di niccha a fenomeno mondiale: nel giro di soli due anni, la raccolta mondiale generata dal crowdfunding è quasi triplicata passando dai 6,1 miliardi di dollari del 2013 agli attuali 16,2 miliardi di dollari. A rilevarlo sono due ricerche: il report sul crowdfunding europeo dell’Università di Cambridge European Alternative Finance Benchmarking Report e lo studio annuale 2015 Crowdfunding Industry Report della società specializzata Massolution, che prende in analisi tutti e cinque i continenti. Il quadro che emerge vede come leader gli Stati Uniti: forti di una raccolta di 9,5 miliardi di dollari, gli Usa sono il traino mondiale, nonché il Paese che riesce a lanciare nuovi modelli di crowdfunding.

In Europa invece a fare la differenza è il Regno Unito che genera, da solo, il 75% del totale della raccolta del continente, pari a 3,3 miliardi di dollari. Il peso dell’Italia è invece irrisorio: nel 2014 sono stati raccolti appena 9 milioni di dollari, ossia lo 0,3% del totale europeo. Il vero boom però lo si registra in Asia: nel giro di due anni, la raccolta del crowdfunding è quadruplicata toccando quota 3,4 miliardi di dollari e superando la stessa Europa. Quanto ai modelli più utilizzati, il maggiore è il Lending Crowdfunding a cui si deve il 70% della raccolta 2014. Il restante 25% è invece generato dal Donation Crowdfunding (2 miliardi di dollari), Reward Crowdfunding (1,3 miliardi) e l’Equity Crowdfunding (1,1 miliardi di dollari)