© iStockPhoto.com/TommL

Tecnologia e creatività. È la parola d’ordine delle tre case history scelte in questa nuova puntata di “Social Planet”. Stanno cambiando gli stili di vita, oltre che di lavoro, e in questo la multimedialità inizia ad avere un peso preponderante. È il caso di restOpolis, app dedicata alla ristorazione, che fornisce, in tempo reale, info e consigli sulle migliori offerte di prezzo (a secondo delle preferenze gastronomiche degli utenti), o della FanCam di Illusion, che consente di vivere l’evento di intrattenimento (sportivo e non solo), entrando a far parte di una vasta community digitale con cui interagire in tempo reale. L’ultimo esempio riguarda, invece, la novità tecnologica di VidyoMobile: videoconferenze in totale sicurezza e in alta definizione a un costo mensile (per utente collegato) molto basso.

AL VIA LA RISTORAZIONE 2.0
Mangiare attraverso il Web risparmiando. È la sfida, unica nel suo genere, di restOpolis, piattaforma online/digitale (composta al momento da 3 mila ristoranti e 150 mila utenti registrati), che si presenta come servizio di prenotazione sul Web totalmente gratuito per il mondo della ristorazione, con forte attenzione alla leva del prezzo e dello sconto last minute. restOpolis è anche un social network: chi tiene fede alla prenotazione effettuata, guadagna dei punti che vengono convertiti in premi e utilizzati per speciali promozioni. Inoltre, gli utenti sono invitati a pubblicare su restOpolis la recensione sul ristorante in cui sono stati, e, grazie all’app, possono farlo anche mentre sono seduti al tavolo. L’app è disponibile per iPhone/iPad e Android ed è integrata con l’applicazione Tim Social.
RIUNIONI INTERCONTINENTALI CON UN CLICK
La videoconferenza non sarà più un lusso per pochi. È l’idea semplice, quanto impattante, di VidyoMobile, app per iOs e Android, che utilizza una piattaforma di comunicazione per videoconferenze aziendali multipunto tra le più innovative a livello mondiale. Consente di condividere documenti e schermate Web e di visualizzare fino a otto utenti videocollegati in contemporanea (a regime l’azienda prevede di poterne mettere in contatto, nello stesso momento, fino a cento). Per accedervi bisogna essere invitati, mediante un link ricevuto in posta elettronica, o sottoscrivere come impresa un abbonamento, con un costo medio di circa 30 euro mensili per ogni utente. Questa nuova app è destinata a rivoluzionare il modo di fare videoconferenze su dispositivi mobili di uso quotidiano a un costo accessibile, soprattutto per le piccole e medie imprese.
L’ULTIMA FRONTIERA DELL’INTRATTENIMENTO
Calcio e motori, tanto per iniziare, ma la novità della FanCam è destinata a entrare prepotentemente in tutte le iniziative di entertainment. A lanciarla sul mercato italiano è la business unit emiliana Illusion (gruppo Vidierre), con una forte integrazione dell’universo social media. L’applicazione attraverso un prototipo di drone radiocomandato e robotizzato, permette di raccogliere immagini a 360° ad altissima definizione e di trasformarle in una piattaforma interattiva di condivisione connessa ai due social network più usati nel mondo: Facebook e Twitter.
Quest’anno è stata testata dalla Lega calcio Serie A in occasione di cinque gare ufficiali di campionato, tra cui il derby Roma-Lazio. La stracittadina ha totalizzato numeri molto interessanti, soprattutto in visione prospettica: 71.488 visitatori, dei quali 60.292 viewers unici; 5’02’’ come tempo medio di permanenza sulla piattaforma; 4.618 tifosi di Roma e Lazio “taggati”, 4.401 immagini condivise; 878 cartoline inviate via email attraverso la piattaforma; 1.799 cartoline digitali scaricate dagli utenti. L’idea successiva di Illusion è portare questa FanCam nei concerti, nei teatri e in occasione di grandi spettacoli.