Correva l’anno 1982, quando il primo di febbraio, in un appartamento in via Franchetti a Milano, nasceva Radio Deejay. Fondata da Claudio Cecchetto la nuova radio, sorta sulle ceneri di Radio Music 100 era caratterizzata – così come recitava il suo slogan “In poche parole tanta musica” – da molte canzoni, quasi tutte in lingua inglese, e poche, pochissime parole. Oggi la radio festeggia l’importante traguardo dei trent’anni. Tre decenni che hanno visto debuttare ai microfoni di Radio Deejay tanti giovani di belle speranze: da Jerry Scotti, il primo disc jockey dell’emittente a Fiorello passando per Amadeus fino ad Albertino e Linus, oggi direttore artistico. Tre decenni durante i quali la radio è cresciuta tanto da diventare l’emittente radiofonica privata più popolare, emblematico il nuovo slogan “One nation, one station”. Un’avventura questa che oggi radio Deejay celebra con una grande festa, proprio nella sua Milano. L’appuntamento è fissato per il prossimo 31 gennaio al Mediolanum Forum. Presenti i volti, anzi le voci, che in tre decenni hanno fatto grande Radio Deejay. Una festa con Linus, Albertino, Nicola Savino, Fabio Volo, Platinette, il Trio Medusa, Nikki, Vic, Digei Angelo, Roberto Ferrari, La Pina, Diego, Federico, Marisa, Elio e le Storie Tese, Andrea e Michele, Fabio Alisei, Paolo Noise, Wender, Ivan Zazzaroni, Luciana Littizzetto, Laura Antonini, Rudy Zerbi e Willwoosh. Una festa, aperta a tutti i fan della radio, che è già da tempo sold out.