“Sperimentiamo spesso cose nuove, ma non abbiamo intenzione di offrire un servizio di streaming media gratuito”, così Amazon ha smentito le indiscrezioni pubblicate da The Wall Street Journal in merito al prossimo lancio di un servizio di Tv e musica in streaming gratuito e supportato dalla pubblicità. Prendendo spunto dalla conferenza stampa del gruppo di domani (dedicata ad “aggiornamenti” del proprio business video), il Journal aveva infatti ipotizzato un cambio di rotta per il gruppo di Jeff Bezos, che avrebbe così affiancato all’offerta a pagamento (il servizio Prime Instant Video) una supportata dalla pubblicità.
A provarlo, i contatti tra Amazon e i creatori della serie Betas , dedicata alle start up della Silicon Valley. Sicura, invece, la nuova infornata di serie Tv per gli abbonati a Prime Instant Video: dopo il via libera alla seconda stagione della comedy Alpha House , Amazon ha annunciato la produzione di sei nuovi titoli i cui pilot sono stati “approvati” dai clienti del gruppo (i numeri zero vengono infatti visionati e votati dagli abbonati): si tratta di The After , Bosh (dai romanzi di Michael Connelly), Gibbon's Life on Normal Street , Mozart in the Jungle , Transparent e Wishenpoof! .