Lorenza Bassetti

Come riuscite a gestire un ventaglio di brand così ampio? E quale strategia utilizzate in modo che i marchi non si cannibalizzino tra di loro?

Moda e design rappresentano la specializzazione di Ad Mirabilia da quando si è affacciata sul mercato nel 1989. Da allora la scelta è stata quella di diversificare l’esperienza nel più ampio numero di settori, sia per sfruttare al massimo le opportunità di cross fertilization sia per ammortizzare l’effetto degli andamenti congiunturali dei singoli mercati. Una scelta che ha pagato nell’attuale situazione di crisi. Oggi le esperienze di Ad Mirabilia spaziano nell’industria del tessile-abbigliamento (dalla filiera alla moda e agli accessori) ma in 20 anni di attività diversificata in comparti quali il design, la nautica, la bellezza e il beverage, l’agenzia ha acquisito un bagaglio significativo di competenze trasversali nel lifestyle. Per quanto riguarda i settori in cui operiamo la nostra filosofia è quella di non gestire mai marchi in diretta concorrenza tra di loro.

Come è cambiato il mondo delle pubbliche relazioni in questo particolare momento di crisi economica che ha interessato tutto il mondo? Sono state messe in campo differenti o nuove strategie media?

Possiamo valutare il fenomeno sia a livello congiunturale sia strutturale. Per quanto riguarda il primo, il mondo delle relazioni pubbliche vive in stretta simbiosi con quello dei media, che la crisi economica ha toccato duramente. Ridotte le risorse derivanti dalla pubblicità, i diversi mezzi hanno intrapreso spesso tagli nel contenuto editoriale e negli organici. Una difficoltà che ha avuto conseguenze anche sul nostro lavoro. Per quanto riguarda l’evoluzione strutturale dei media, in primo piano c’è Internet, che rappresenta un terreno fertilissimo. Stiamo investendo molto su questo fronte, sia con la formazione e l’avvio di servizi specifici di web pr, sia attraverso l’ascolto e il monitoraggio della rete.

Purtroppo si prevedono ancora un paio di anni di incertezza e cauto ottimismo: quali saranno le realtà che ne usciranno fortificate?

Le aziende che avevano già avviato processi volti a rendere le imprese più efficienti e competenti a livello gestionale e organizzativo ne usciranno più forti. Invece sono state messe a nudo le inefficienze e l’incompetenza, coperte ai tempi del massimo sviluppo dell’economia finanziaria virtuale dagli atteggiamenti accondiscendenti del mercato. Le realtà che si sono trovate in questa situazione devono fare i conti con la scarsa disponibilità ad accettare sprechi e lussi ingiustificati. Lo stesso discorso può essere fatto per le società di comunicazione e le imprese. La promessa di qualità e convenienza viene data sempre più per scontata.

Come vede lei il 2010?

Come le prime giornate di primavera dopo un lungo e freddo inverno. Quando manca ancora molto per arrivare alla ricca maturità dell’estate ma tutti i piccoli segni che possiamo scoprire nella natura ci indicano che la stagione non potrà che essere migliore di quella appena trascorsa.

I CLIENTI LIFESTYLE

  • Adidas
  • Gruppo Arcte: Argentovivo, Bacirubati, Julipet, Allen Cox
  • Gruppo Ppr: La Redoute
  • Lycra
  • Nero Giardini