Isabella Ferrari per Yamamay

Isabella Ferrari contro Yamamay. Al centro della contesa, sfociata in una causa legale, la campagna pubblicitaria lanciata in occasione dei dieci anni del marchio, in particolare lo spot, diretto da Paolo Sorrentino nel quale la bella attrice presta il proprio volto (e corpo) al brand di lingerie. Motivo del contendere: i troppi fotoritocchi che avrebbero modificato tanto il corpo della Ferrari da farle, addirittura, sparire l’ombelico.

Se Yamamay nega l’esistenza della causa (e della sparizione nello spot dell’ombelico), la Ferrari, raggiunta telefonicamente dal Corriere della Sera , parla di una causa in corso da due anni. Una causa nata in quanto l’azienda non avrebbe rispettato il contratto firmato, senza chiarire però se nelle motivazioni vi sia anche l’utilizzo eccessivo di Photoshop.

Resta il fatto che lo spot, che, nelle intenzioni dei pubblicitari, avrebbe dovuto esaltare la bellezza naturale di una 50enne, è caduto nella trappola del ritocchino.

«Hanno voluto una donna con una storia, un’età. Anche con dei difetti» diceva, senza immaginare quello che sarebbe successo dopo, la stessa Ferrari alla presentazione dello spot.