Sandra Trabucco di Eataly, Giovanna Boda del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Alessandro Cossu di Cittadinanzattiva. Sono l’eccellenza 2012 nella comunicazione, i vincitori dell’ultima edizione (la quarta) del Premio Comunicatore dell’anno assegnato come di consueto dalla Fondazione Valentino e da Ferpi nell’ambito del Premio Ischia Internazionale di Giornalismo. I premi sono stati attribuiti, nelle diverse categorie: impresa, istituzioni pubbliche e organizzazioni sociali, «a tre professionisti che nel corso dell’anno si sono imposti all’opinione pubblica attraverso le attività di comunicazione sviluppate per la capacità di riuscire a dare incisività all’azione delle organizzazioni di appartenenza in un periodo di particolari difficoltà legate alla crisi».

A Eataly la giuria ha riconosciuto «la capacità di aver reinventato la comunicazione dei prodotti alimentari in Italia». Il team di professionisti guidato da Sandra Trabucco lo ha fatto «coniugando la qualità dei prodotti, la loro storia, i marchi e la capacità di emozionare attraverso un nuovo concetto del punto vendita. Il segreto del successo di Eataly è, sicuramente nell’intuizione del suo fondatore, Oscar Farinetti, nella qualità dei prodotti ma è principalmente nella capacità di costruire un grande progetto di storytelling, di narrazione d’impresa, recuperando e rilanciando i prodotti, i valori e le tradizioni dell’italian food coniugando e integrando, per la prima volta nel nostro paese, i diversi aspetti della comunicazione, dal marketing alle relazioni pubbliche, dalla pubblicità al web, dal design alla tecnologia».

A Giovanna Boda, dirigente generale per lo studente, l’integrazione, la partecipazione e la comunicazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca «per aver introdotto uno stile innovativo nel modo di comunicare all’interno della Pubblica amministrazione con il coinvolgimento diretto di giovani studenti negli eventi istituzionali di respiro nazionale, quali, ad esempio, le celebrazioni del ventennale delle stragi di Capaci e Via D’Amelio del 23 maggio scorso a Palermo o le iniziative per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Per aver collaborato dal 1999 al Ministero dell’Istruzione realizzando strategie innovative di partecipazione dei giovani alla vita delle istituzioni e per il costante impegno nella diffusione della cultura della legalità tra i giovani».

Infine ad Alessandro Cossu di Cittadinanzattiva per «aver consentito alla propria organizzazione di sviluppare una politica associativa che ha nella comunicazione il suo elemento strategico. Comunicazione che significa innanzitutto una corretta informazione sui diritti dei cittadini e dei consumatori. Ma anche capacità di comunicare efficacemente la propria missione e coinvolgere i principali stakeholder nei numerosi progetti nelle diverse aree di intervento: dalla sanità alle politiche dei consumatori, dalla giustizia alla scuola».

“In un anno particolare come questo la giuria ha premiato le attività di comunicazione di quelle organizzazioni che hanno agito con un pensiero positivo per lo sviluppo, per la crescita culturale e per una maggiore responsabilità sociale – ha affermato il Presidente Ferpi e presidente della giuria, Patrizia Rutigliano, commentando l’assegnazione del Premio comunicatore – i tre professionisti, Comunicatori dell’anno 2012, sono tre campioni di buona comunicazione al servizio delle proprie organizzazioni e al tempo stesso al servizio dello sviluppo del nostro Paese”.

I premi verranno consegnati a Ischia sabato 30 giugno nell’ambito delle manifestazioni della XXXIII^ edizione del Premio Ischia Internazionale di Giornalismo.