BusinessPeople
Lunedì, 27 Gennaio 2020

Anche il mondo delle assicurazioni punta sul tailor made, parola di Alessandra Catozzella, Head of Health di Axa Italia

Alessandra Catozzella, Head of Health di Axa Italia

Alla base di un approccio orientato a una sempre maggiore personalizzazione dell’offerta, c’è la percezione di esigenze che non vengono soddisfatte, o almeno non in modo organico. Nel settore salute, in particolare, Axa ha individuato lo spazio per iniziative strategicamente interessanti. Ce ne parla Alessandra Catozzella, Head of Health di Axa Italia. 

In che modo si può parlare di personalizzazione nel settore assicurativo?
Secondo recenti sondaggi, il 71% degli intervistati concorda sull’importanza della sanità integrativa a quella pubblica, un dato di cui tenere conto. Laddove tradizionalmente l’assicuratore è visto come liquidatore di sinistri, Axa Italia punta a essere un partner per i propri clienti, dalla prevenzione alla gestione diretta del sinistro, nel tentativo di integrare i servizi disponibili da parte di enti terzi e sopperire alla difficoltà di accesso che può riscontrarsi nel pubblico. I servizi di telemedicina sono nati circa un anno fa, e oggi includono anche gli specialisti oltre ai medici di base; la nuova partnership nel settore della diagnostica con il Gruppo Cidimu e l’integrazione con il Centro Radiologico Polispecialistico di Cinisello Balsamo nascono dalla consapevolezza che possiamo fornire delle risposte, in materia di assistenza, prevenzione, cura e tutela del paziente, di alto livello. Consideri che solo come Axa Italia nell‘ultimo triennio abbiamo investito in tecnologia 100 milioni di euro e prevediamo sul prossimo investimenti in linea con questa cifra. 

Come siete arrivati alla definizione della salute come settore strategico per servizi innovativi?
Da un lato è una scelta figlia della mission di Axa, che è da sempre la protezione, e che si inserisce in un percorso che ci ha già visto pionieri in ambiti come la Long Term Care in Italia; dall’altro nasce da un atteggiamento ricettivo sulle istanze reali delle persone che si traduca in proposte molto flessibili. Mi riferisco non solo a una clientela individuale o familiare, che comunque finora ci ha premiato, ma anche al mondo degli employee benefit. In questo momento storico, in cui le aziende hanno difficoltà a trattenere i talenti, le polizze integrative sono un importante strumento di fidelizzazione, rappresentano un valore molto interessante per i dipendenti. Inoltre, sempre più spesso sono proprio le aziende a farsi garanti di aspetti sanitari che il sistema pubblico non è in grado di coprire completamente: un lavoratore che si ammala o ha tempi di recupero molto lunghi è una voce di costo da non sottovalutare. La tutela della salute è un bisogno che percepiamo da molti fronti, e rispondere in maniera adeguata a ciascuno è la sfida che abbiamo raccolto.

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2020 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media