Sette misure di custodia cautelare e sequestri di beni per un corrispettivo di 22 milioni di euro. È questo il primo bilancio dell’azione della Guardia di Finanza nell’ambito di un'inchiesta su una presunta truffa all'istituto bancario Carige (che si dichiara parte lesa). Dalla tarda mattinata di giovedì 22 maggio, sono state eseguite perquisizioni a Genova, La Spezia e Milano; gli indagati sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere, truffa aggravata, riciclaggio e intestazione fittizia di beni.
Tra le persone colpite dalle misure cautelari anche il vice presidente dell'Abi ed ex presidente di Banca Carige, Giovanni Berneschi, nei cui confronti sono stati disposti gli arresti domiciliari. Gli altri arrestati, riepilogati dall’agenzia Ansa : Ferdinando Giovanni Menconi, ex amministratore di Carige Vita Nuova (domiciliari), 71 anni; Ernesto Cavallini, imprenditore immobiliare (domiciliari), 70 anni; Davide Enderlin, svizzero, 42 anni, avvocato (in carcere); Sandro Maria Calloni, imprenditore, 65 anni (in carcere); Andrea Vallebuona, commercialista di Genova, 51 anni (carcere), Francesca Amisano, nuora di Berneschi 47 anni (carcere).