© Getty Images

Il gruppo francese Vivendi è pronto a prendere il controllo di Telecom Italia. A dare il via all'operazione è l'Antitrust argentina che ha autorizzato lo scioglimento della holding di controllo, la Telco, partecipata da Telefonica, Generali, Mediobanca e Intesa Sanpaolo. I soci riceveranno direttamente la loro parte della quota (22%), con Telefonica che partirà dal 15% per scendere all'8-9% per effetto del bond convertibile.

Vincent Bolloré invece, come anticipa il Sole 24 ore , dopo aver fatto cassa in Brasile con la cessione di Gvt, potrà diventare azionista di peso di Telecom con l'8,3% delle azioni. Mediobanca ha annunciato in una nota che cederà entro il 30 giugno la quota dell'1,64% che avrà direttamente in Telecom Italia una volta formalizzata la scissione della holding Telco.