© Sistow/Wikipedia

Rosneft fa cassa con Saras. Il gruppo russo collocherà con un'operazione di accelerated book building 85,5 milioni di azioni della raffineria di casa Moratti. Con la cessione dell'8,99% del capitale a 1,9 euro per azione, Rosneft realizzerà una plusvalenza di 45 milioni di euro rispetto al prezzo d'acquisto di due anni fa (1,37 euro). Resterà azionista della società con il 12%, una quota che varrà la presenza nel cda (e non potrà cedere altre azioni per 180 giorni).

A distanza di poco più di due anni dall'ingresso nella società dei Moratti, dunque, il colosso presieduto da Igor Sechin ha deciso di far cassa. La vendita, secondo Bloomberg , fa parte di «un programma di gestione e ottimizzazione del portafoglio». Il titolo infatti è salito del 153% da inizio anno, anche se ieri ha chiuso la giornata con oltre il 12% di perdite.