Roberto Cavalli © Getty Images

Roberto Cavalli

Permirà non entrerà in Roberto Cavalli. Dopo le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, adesso è (quasi) ufficiale che l’operazione non si farà. Secondo quanto pubblicato da MF e, poi ripreso, da molte testate nazionali, l’ingresso del fondo di private equity nel capitale della maison toscana (con una quota che doveva essere del 60%) è formalmente saltata. Nulla si sa circa le motivazioni della chiusura della trattativa che avrebbe valorizzato la società per 450 milioni di euro, con lo stilista, fondatore dell’omonimo marchio, che sarebbe dovuto restare con una quota compresa tra il 20 e il 40 per cento più la direzione creativa. C’è chi ipotizza che il rifiuto di Roberto Cavalli sia la conseguenza dell’arrivo presso la sede dell’azienda di proposte d’acquisto più vantaggiose, chi invece sostiene che fosse la valutazione troppo bassa, a giudizio proprio di Cavalli, l’ostacolo principale alla chiusura della trattativa.