Fatturato da 21,5 miliardi di euro, in crescita di ben il 25% rispetto all’anno precedente; lo stesso aumento dell’utile operativo, che raggiunge i 3,4 miliardi; mentre le vetture consegnate sono 225 mila, in aumento del 19%. Sono i numeri da capogiro di Porsche Ag, la celebre casa automobilistica tedesca, che celebra l’anno fiscale di maggior successo nella storia della società. Il trend di crescita, che coinvolge anche il numero di dipendenti – nel 2015, in crescita del 9%, ha raggiunto le 24.481 unità –, si sta confermando anche nel 2016. “Anche quest’anno, Porsche continua il suo percorso di successo”, ha affermato Oliver Blume, presidente del Consiglio direttivo di Porsche Ag. Le consegne nei primi due mesi dell’anno sono aumentate a oltre 35 mila vetture, ovvero il 14% in più rispetto all’anno precedente.

INVESTIMENTI MILIARDARI PER MISSION E. Nonostante l’inizio positivo nel 2016, Lutz Meschke, vice presidente del Consiglio direttivo ha messo in guardia dalle “aspettative esagerate” sul gruppo, che nei prossimi anni si prepara a investimenti di miliardi di euro per il primo modello Porsche a trazione esclusivamente elettrica, la Mission E. Per Meschke, il progetto rappresenta “un grande passo verso il futuro del nostro marchio. Inizialmente, queste spese non saranno compensate dalla vendita delle vetture, poiché la Mission E non arriverà sul mercato prima della fine del decennio”.