Si conclude con un nulla di fatto l’incontro tenutosi al ministero dello Sviluppo economico per il futuro della Antonio Merloni. Secondo quanto comunicato dai tre commissari straordinari (Antonio Rizzi, Silvano Montaldo e Massimo Confortini), le realtà attualmente in corsa sono due: la favorita iraniana Mmd e la marchigiana Qs group, società specializzata in automazione industriale. Le offerte delle due aziende, però, sono state definite “deludenti” e presentano limiti sia per quanto riguarda i piani industriali che per gli aspetti occupazionali: entrambe le offerte, infatti, prevedono l’assunzione di un massimo di 400 addetti sui 2.300 interessati. Ora toccherà ai commissari, la cui attività è stata prorogata di un anno, provvedere alla procedura di valutazione delle offerte, “avviando negoziati individuali per pervenire ai necessari chiarimenti e alle auspicabili integrazioni delle offerte”.