Bob Kunze-Concewitz

Bob Kunze-Concewitz

Non ci sono solo grandi marchi italiani che finiscono all’estero, ma anche grandi esteri che finiscono sotto il controllo italiano. L’ultimo esempio arriva da Campari, gruppo leader internazionale nel settore delle bevande, che ha appena annunciato l’acquisizione delle quote di maggioranza (81,4%) di Lascelles deMercado (LdM) per circa 415 milioni di dollari (qualcosa come 330 milioni di euro); si tratta di una società con sede a Kingston (Giamaica) specializzata nella produzione di rum, un marchio leader in Giamaica e molto conosciuto in America. I dettagli dell’operazione 
L’acquisizione da parte di Campari – la terza più importante per la storia del gruppo in termini dimensionali e che posiziona la società di Sesto San Giovanni (Milano) come un operatore leader  nel mercato del rum premium  a livello mondiale – includerà il business  degli spirit , rappresentato da un portafoglio di rum che include Appleton Estate, Appleton Special / White, Wray & Nephew e Coruba, leader in Giamaica e distribuiti a livello internazionale, le attività collegate di upstream supply chain, insieme a un business locale attivo nella distribuzione di prodotti di consumo.
“Con Lascelles deMercado continuiamo a implementare la nostra strategia di acquisizioni in modo molto disciplinato e coerente a beneficio della nostra futura crescita”, spiega Bob Kunze-Concewitz, chief executive officer di Campari. L’operazione, aggiunge Kunze-Concewitz, permetterà all’azienda di consolidare ulteriormente la propria massa critica nei mercati nordamericani creando le basi per una futura crescita internazionale sfruttando tutte le principali occasioni di consumo del rum, categoria in crescita, con particolare riferimento al segmento premium.