L’ultima giornata della settimana inizia nel migliore per la Borsa. In Italia, come in Europa, i listini beneficiano dei guadagni consolidati da Wall Street nella giornata di giovedì 30 ottobre (+1,3%) e dei buoni risultati di Tokyo, ai massimi degli ultimi sette anni. Ma a portare in positivo i principali indici del Vecchio Continente è anche l’ottimismo con cui gli investitori attendono il dato sull'inflazione europea.

I TITOLI DI PIAZZA AFFARI. Bene Parigi (1,73%), Francoforte (+0,35%) e Londra (+0,99%); a Milano l’indice Ftse Mib ha aperto con un rialzo dell'1,68% e l'All Share dell'1,55%. Tra i titoli Snam sale del 2,11%), in positivo anche St (+1,58%), UnipolSai (+2,31%) e UniCredit (+1,81%); resta in ribasso Montepaschi.

Spread e cambi. Il cambio euro-dollaro si attesta a 1,2573 dollari. Lo spread tra Btp e Bund ha aperto in calo con un differenziale di rendimento tra il decennale benchmark italiano e il pari scadenza tedesco che si attesta a quota 154 punti base, dieci in meno rispetto alla chiusura di ieri. In flessione anche il rendimento, pari al 2,40% rispetto al 2,48% segnato ieri in chiusura.