Piazza Affari chiude un'altra giornata negativa, segnata dal nervosismo tra i datidell'Fmi, l'attesa per la relazione della Fed, la situazione tedesca e, come se non bastasse, il contagio di Ebola in Europa.

Dopo una giornata sulla linea del pareggio, Milano chiude a -0,64% complice l'avvio debole di Wall Street. L'All Share segna -0,74%, il Mid Cap -1,45%.

FINANZIARI IN SOFFERENZA. Penalizzati i titoli bancari (-0,48% il paniere): Intesa Sanpaolo -0,35%, Unicredit -1,08%. In controtendenza Banco Popolare (+0,63%), Bpm (+1,33%) e Montepaschi (+1,2%).

Senza sosta la cadutadi Wdf (-4,49%) e Autogrill (-3,04%), ma va male anche il retail - e il lusso: Moncler -1,32%, Ferragamo -0,9%, Tod's -1,18% e Yoox -0,6%.

Nel grigiore, spuntano Azimut (+1,3%) premiata dai dati sulla raccolta, Generali (+0,31%).