Moody’s ha assegnato alla Rai un Long Term Issuer rating di Baa3, con outlook stabile. Il giudizio è stato commissionato dalla stessa Rai in vista dell’ingresso sul mercato obbligazionario con un bond da 350 milioni di euro, previsto per la fine di maggio. È in partenza, da Milano, il road show per presentare l’offerta: dopo la tappa meneghina seguiranno Londra, Parigi e Amsterdam. La società di rating ha premiato la forte audience (37,5% di media), la liquidità e la prospettiva che il servizio pubblico possa continuare a contare sul canone e contenerne l’evasione.

Pesano però sul giudizio l’elevata dipendenza dal governo, il forte declino degli introiti pubblicitari negli ultimi quattro anni (rappresentano il 27% delle entrate nel 2014), i vincoli nella programmazione, il recupero del 5% del canone imposto dal governo, l’alto debito e il debole flusso di cassa. Il giudizio potrebbe variare alla luce del nuovo contratto di servizio.