© GettyImages

Prospettive negative anche per le economie più solide dell’Europa. È quanto annunciato da Moody’s, l’agenzia di rating internazionale che, nel suo ultimo rapporto, ha rivisto al ribasso le prospettive di Germania, Olanda e Lussemburgo, tre Paesi con rating a tripla A, ma che vedono il proprio outlook passare da “stabile” a “negativo”. A pesare sul giudizio dell’agenzia statunitense sono le possibilità che ci sia bisogno di ulteriori aiuti per i paesi dell’Eurozona, in particolare per Italia e Spagna. “Le prospettive – si spiega in una nota Moody’s – sono negative per tutti i paesi AAA dell'area euro sui cui bilanci potrebbero pesare maggiormente" gli aiuti all'area euro, siano questi legati alla "necessità di ampliare l'European Stability Mechanism o sia la necessità di sviluppare forme di liquidità ad hoc".

La replica da Berlino non si è fatta attendere. La Germania resta "l'ancora della stabilità dell'Eurozona", ha dichiarato il ministro delle Finanze, Wolfgang Schaeuble. La Germania, aggiunge, si trova “in una situazione economica e finanziaria solida” e "farà tutto ciò che potrà, assieme ai suoi partner, per consentire il superamento della crisi del debito europeo il più rapidamente possibile".